Riciclabilità della carta

Riciclabilità dei prodotti cartari: il sistema di valutazione Aticelca 501:2019

Il sistema Aticelca 501/19 è una metodica di valutazione in grado di determinare il livello di riciclabilità di materiali e prodotti a prevalenza cellulosica.

Si basa su una analisi di laboratorio, sviluppata da Aticelca e divenuta nell’aprile 2019 norma UNI 11743:2019, che simula alcune delle fasi principali dei processi industriali di lavorazione della carta da riciclare fino a produrre un nuovo foglio di carta. Il risultato della prova di laboratorio, che analizza i principali elementi che caratterizzano la riciclabilità di carta e cartone e dei prodotti con essi ottenuti, grazie al sistema di valutazione Aticelca viene riassunto da un indice espresso dalle lettere A+, A, B e C, essendo A+ il livello di più alta riciclabilità.

Il sistema Aticelca è stato realizzato da Aticelca con il contributo di Assocarta, Assografici e Comieco e il supporto tecnico di Innovhub e Lucense. Lo sviluppo del sistema è stato condotto per mezzo di un studio preliminare, numerose prove di laboratorio e una consultazione pubblica a cui hanno partecipato i diversi attori della filiera (cartiere, imprese della trasformazione e utilizzatori di prodotti in carta e cartone).

Sottoponi all'analisi secondo la norma UNI 11743:2019 i tuoi materiali e prodotti a base carta e valutane i risultati con il sistema Aticelca 501/2019. 

Potrai utilizzare il risultato per:

  1.  orientare lo sviluppo del tuo materiale o prodotto in un’ottica di Eco-design e di Economia circolare;
  2.  comprovare il rispetto della norma UNI EN 13430 e allegati (CR 13688);
  3.  comunicare la riciclabilità del tuo materiale o prodotto utilizzando marchi diciture di tua creazione;
  4.  comunicare il livello di riciclabilità del tuo materiale o prodotto utilizzando il marchio e/o la dicitura RICICLABILE CON LA CARTA – Aticelca® 501.

Il sistema Aticelca è il sistema riconosciuto dalla filiera italiana della carta e del cartone per la valutazione dei risultati della prova di laboratorio ottenuti con la UNI 11743:2019.

Sistema di valutazione Aticelca 501:2019

Chi può utilizzare il marchio RICICLABILE CON LA CARTA – Aticelca® 501

L’utilizzo della dicitura e/o del marchio RICICLABILE CON LA CARTA – Aticelca® 501 associata a un materiale o a un prodotto è consentito esclusivamente alle persone fisiche e giuridiche a cui Aticelca ne ha espressamente concesso l’uso.

L’uso della dicitura e/o del marchio è concesso da Aticelca ai soggetti produttori o utilizzatori di materiali o prodotti a prevalenza cellulosica, intesi come le cartiere che producono carta e cartone, gli stampatori e i trasformatori di carta e cartone e gli utilizzatori di prodotti in carta e cartone, quali le aziende che utilizzano imballi in carta e cartone per le proprie merci, gli editori, le aziende che commissionano prodotti stampati e in generali gli utilizzatori di prodotti in carta e cartone ad eccezione del consumatore finale.

Per poter utilizzare la dicitura e/o del marchio RICICLABILE CON LA CARTA – Aticelca® 501, il soggetto produttore o utilizzatore di materiali o prodotti a prevalenza cellulosica deve:

  • avere sottoposto il proprio materiale o prodotto ad una analisi condotta da parte di un laboratorio qualificato da Aticelca, ottenendo un resoconto di prova in conformità con il metodo di prova UNI 11743:2019, riportante i risultati raggiunti per i diversi parametri indicati dalla norma stessa;
  • avere inviato ad Aticelca la documentazione richiesta per ottenere la concessione all’uso, ricevendo risposta scritta positiva da parte di Aticelca;
  • utilizzare la dicitura e/o del marchio RICICLABILE CON LA CARTA – Aticelca® 501 in conformità con il presente regolamento.

Tutti i diritti sono riservati.

È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta da parte di Aticelca.